Business Technology & Data

CognitiveHack: il racconto di un'esperienza intensa

 

Prendi l’esigenza di un Cliente che lancia una sfida verso gruppi di giovani e meno giovani che la raccolgono; Aggiungi uno staff di esperti e una regia che scandisce tempi e organizzazione, ed eccoti il nostro HACKATHON.

E se a lanciare la Challenge è CAMST, leader in Italia nei servizi di ristorazione; se i gruppi partecipanti sono di differente provenienza, estrazione e formazione (dai quattro continenti, studenti e professionisti, designer o programmatori o esperti di comunicazione); se i Mentor sono dei liberi professionisti insieme alle stesse persone di CAMST, di IBM e di Dedagroup; e se a gestire il tutto in regia c’è CODEMOTION - l’azienda specializzata nell’organizzazione di eventi tecnologici - allora il risultato è assicurato.

Infine l’oggetto della sfida, la Challenge: trovare in due giorni, notti incluse, una soluzione di Cognitive (o Intelligenza Aumentata) per supportare CAMST nel comprendere i sentiment della propria clientela con particolare attenzione ai servizi di mensa scolastica. Un’idea brillante da sviluppare poi nel concreto insieme all’azienda.

E’ al Cariplo Factory di Milano che abbiamo vissuto questa esperienza intensa, a tratti elettrizzante e, alla fine, sfiancante. Mettendo tutti sé stessi per sentirci all’altezza del ruolo che ricopriamo, Mentor insieme a Mattia Grillini, Maurizio Polverino e Roberto Limentani di CAMST e Alessandro Repetto e Fernanda Perego membri del Team Cognitive di Dedagroup. Perché i ragazzi ci cercano, ci ascoltano e si attendono da noi supporto, consigli e indirizzamenti.

I nomi che i gruppi si danno sono evocativi: i Food Mentors che propongono la soluzione FoodFeed - Food Sentiment Analysis in School, i Cognitive Food Service con la soluzione Cognitive Food Service Chatbot, gli SmartFeed cui danno il nome alla loro soluzione e i The Not-So-Smart Team con la loro Smart Canteen.

E sono proprio quest’ultimi a cui abbiamo assegnato il premio. Ma tutti i quattro agguerritissimi gruppi sono vincitori, perché tutti hanno proposto idee e soluzioni interessantissime.

Ci portiamo a casa un’esperienza molto interessante, umanamente intensa e, soprattutto, delle idee fresche, reali e anche un po’ geniali che cercheremo, in parte o tutte, di realizzare.

 

Neil Occhiochiuso (Chief Information Officer di CAMST) e Marco Bellinzona (Analytics & Cognitive Manager di Dedagroup)

 
 

Marco Bellinzona
Analytics & Cognitive Manager
vedi profilo >