Public Services

Un Hackathon per disegnare città più sostenibili

Il Climathon e l’esempio virtuoso di Ferrara

 

Il 26 e 27 ottobre il Comune di Ferrara ha partecipato all’edizione 2017 del Climathon, la maratona mondiale promossa annualmente da Climate-Kic con l’obiettivo di sviluppare proposte innovative per combattere gli impatti del cambiamento climatico nelle città.

Il Consorzio WUNDERKAMMER, che ha ospitato l’iniziativa organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con AMI, Cultura della Città | Città della Cultura, Dedagroup Public Services e Università di Ferrara, si è così trasformato in una fucina di idee dove circa quaranta persone hanno lavorato per individuare percorsi innovativi per una mobilità cittadina più sostenibile.

 

In un clima di grande energia, coinvolgimento e passione per i temi trattati, si sono costituiti spontaneamente 7 gruppi di lavoro, cui hanno partecipato persone di tutte le età e con diversi background.

 

È stata grande la presenza di studenti universitari, provenienti da molteplici facoltà differenti tra cui Ingegneria, Economia, Architettura, Medicina, Design, Informatica, Comunicazione.

 

7 gruppi per 7 idee concrete

 

Il frutto di questa 24 ore al servizio di una mobilità più sostenibile è stato distillato nella presentazione di 7 idee concrete:

 
  • CO2FE, che si è classificata al secondo posto, ha trattato lo sviluppo di un’area intermodale per favorire gli spostamenti sostenibili verso l’ospedale di Cona;
  • Sottotraccia, ovvero l’idea di tracciare i mezzi pubblici ferraresi attraverso un’etichettatura georeferenziata per la raccolta dei dati e il monitoraggio degli spostamenti, anche in ottica di prevenzione dei furti;
  • Isabella Ferrara, che ha riguardato lo sviluppo di un sistema automatico ed integrato di risposta ai cittadini su tutti i servizi riguardanti la mobilità, tramite l’utilizzo della Piattaforma Messenger;
  • PartiDue, che ha elaborato un sistema di incentivazione al car sharing sfruttando le tecnologie mobile per monitorare gli effettivi spostamenti delle persone che condividono le stesse tratte e lo stesso mezzo;
  • Bike Lovers, che si è concentrato sull’estensione in ottica di ottimizzazione dei sistemi esistenti di bike sharing, favorendone l’utilizzo anche ai non residenti, nella logica dei percorsi metropolitani pensati sulle principali tratte di spostamento e sui luoghi di interesse;
  • Io Cammino, che si è classificata al primo posto, nell'ambito della quale è stato ideato un sistema di gestione e di gamification dei percorsi di Pedibus, con una focalizzazione sullo sviluppo di comportamenti sensibili ai temi della sostenibilità fin dall’età dell’infanzia, con il coinvolgimento e supporto integrante delle istituzioni scolastiche;
  • Pedalia, che ha proposto un sistema di conversione dei mezzi motorizzati in biciclette a pedalata assistita “sull’ultimo miglio” della tratta all’interno delle mura cittadine, focalizzandosi su tre principali ecosistemi/hub riguardanti la scuola, il lavoro e le merci.
 

Le idee premiate – Io Cammino e CO2FE – sono quelle che, secondo la giuria, meglio si prestano ad essere già realizzate nel contesto ferrarese e con il maggior impatto climatico.

 

Per tutte le altre proposte, è stato individuato un percorso di consolidamento e supporto finalizzato alla candidatura alla call for ideas lanciata dal Comune di Ferrara in collaborazione con AMI, Cultura della Città | Città della Cultura, Dedagroup Public Services, nell’ambito del progetto http://www.ami.fe.it/p/169/progetto-www.html.

 

Ragazzi al lavoro per un futuro migliore

 

C’è stata grande soddisfazione anche per la riuscita dello Young Climathon, che ha coinvolto la classe I E della Scuola Secondaria di I grado “Ferruccio Mazza”.

 

Da questa esperienza sono emersi suggerimenti e indicazioni per migliorare e rendere più sicuri i percorsi pedonali e ciclabili che i ragazzi sperimentano nella propria quotidianità nello spostamento casa-scuola, presentati dalla viva voce della classe che si è unita ai lavori nella mattinata di venerdì.

 

Seguendo gli hashtag ufficiali dell’evento #Climathon e #ClimathonFe è possibile rivedere lo storify della 24 ore, mentre sul sito di Climate Kic saranno pubblicati i materiali dell’evento e le presentazioni delle idee candidate.  

Sarà che il Climathon si è tenuto a Ferrara, una città che per cultura da sempre mette grande attenzione alla ricerca di nuove modalità sostenibili con cui muoversi nel perimetro urbano. (E non a caso, quando si entra a Ferrara, si è accolti con il cartello “Città delle Biciclette”).  

Insomma sarà per questo DNA culturale o per la voglia e la competenza con cui l’Amministrazione e i ferraresi (ma non solo!) hanno preso parte a questa edizione del Climathon.
Ma ci siamo portati a casa un bel risultato, e la voglia di continuare a immaginare e a realizzare nuove idee per una sostenibilità ambientale che migliora la vita di tutti.

 
 

Giulia Degli Esposti
Consultant
vedi profilo >